giorno : 06/02/2017 5 results

Per i publisher il futuro del mobile video è sul browser, non sulle app

La fruizione dei filmati dalle applicazioni ha subito un calo negli ultimi 10 mesi, e continuerà il trend anche nel 2017. I costi, di sviluppo e manutenzione, delle app sono troppo alti per gli editori più piccoli, e gli utenti preferiscono il mobile web e i social network

Facebook Audience Network: si aprono i primi spiragli nella black box

L’ad network non permette agli inserzionisti di sapere dove vengono mostrate le ads. Sembra però che sarà possibile condividere liste contenenti alcune delle destinazioni in cui sono apparse le ads e creare di private marketplace all’interno di Audience Network

We Are Social presenta WTFuture: come l’innovazione ridefinisce la relazione tra brand e persone

Da We Are Social un nuovo format che racconta i trend del futuro a chiunque desideri essere aggiornato su uno scenario in costante cambiamento: nella prima sessione le opportunità offerte da intelligenza artificiale e chatbot

Snap pronta all’IPO: ecco come farà a raccogliere 3 miliardi di dollari

La società americana nel 2016 ha prodotto ricavi per 404 milioni e un rosso di 514 milioni. Gli utenti giornalieri sono 158 milioni mentre la chiave del futuro è il business pubblicitario

ICrossing apre a Milano, Nick Brien: «Perché l’adv diventi un’esperienza è utile stare in colocation con Hearst»

Oggi sono gli insight editoriali a creare valore, perché i publisher conoscono la loro community. Gli editori sanno “cosa gli interessa”, le agenzie “come interessarli”. Lavorare spalla a spalla permette a iCrossing di usare i dati di Hearst e di attingere alla sua esperienza sui contenuti, anche nell'ottica della produzione di branded content