Giacomo Broggi | 24 marzo 2017
COMPANY | MERCATO

Accenture Interactive pronta a supportare i clienti nella costruzione di trading desk in-house

Succede in Gran Bretagna. E presto potrebbe accadere la stessa cosa anche in Italia. Accenture Interactive, la sigla della multinazionale attiva nel digital marketing, starebbe lavorando con alcuni dei suoi clienti per aiutarli nella costruzione di trading desk in-house. A rivelarlo a Campaign è stato proprio Joy Bhattacharya, responsabile di Accenture Interactive in Uk e Irlanda, secondo cui molte aziende vogliono portare le attività di buying in house, una tendenza peraltro confermata anche da diversi analisti ed esperti. Il motivo? La mancanza di trasparenza e le numerose frodi in seno all’intera digital supply chain.

“Abbiamo aperto delle discussioni con i clienti su come avviare trading desk in-house”, ha detto Bhattacharya, sottolineando come una mossa del genere sarebbe benefica a livello di trasparenza. E data la grandezza di Accenture Interactive, questi piani potrebbero presto essere direttamente concorrenziali con le operazioni dei centri media, anche se lo stesso Bhattacharya ha chiarito che la sua azienda non vuole entrare nel business del media buying. Insomma, Accenture Interactive vuole solo supportare al meglio i propri clienti, con l’obiettivo di elevare il grado di trasparenza e quindi di sicurezza delle attività pubblicitarie, senza per questo offrire servizi tipicamente legati ai centri media come planning e buying.

La cavalcata di Accenture Interactive nel mondo digitale sembra comunque essere inarrestabile: la sigla ha concluso una decina di acquisizioni, tra cui quelle di Karmarama e Fjord , allo scopo di coprire tutte le esigenze della catena digitale, eccetto per l’appunto i servizi media.

Nessuna risposta a "Accenture Interactive pronta a supportare i clienti nella costruzione di trading desk in-house"