Francesco Lattanzio | 15 giugno 2017
MERCATO

Facebook e Deloitte Digital si alleano per aiutare le aziende ad adottare i meccanismi dei business digitali

Facebook e Deloitte Digital si sono ufficialmente alleate per supportare le aziende in una “completa evoluzione in digital business”. Le due company hanno dichiarato ad Adweek l’obiettivo di questa alleanza: “ricostruire l’eredità dei business e dei modelli di marketing per creare una business value a lungo termine”.

Per farlo si appoggeranno a quattro pilastri: Persone, ispirando e ricostruendo la cultura e il talento all’interno dell’organizzazione per stabilire nuove maniere di pensare, collaborare e connettersi tra le risorse; Tecnologia, consegnando ai clienti nuovi strumenti mobile, workflow e le informazioni necessarie per distinguere quali investimenti e sistemi supporteranno le infrastrutture di business e la capacità di prendere decisioni velocemente; Insights, aiutando i leader a creare nuovi segmenti tra i consumatori, a sviluppare contenuti migliori e a prendere decisioni che abbiano un impatto sulla bottom line; Innovazione delle esperienze, sviluppando nuovi modi di connettere le tecnologie emergenti con il marketing e di conseguenza a far crescere il business.

Facebook e Deloitte Digital hanno condotto uno studio che ha analizzato la “maturità digitale della industry del marketing”, e hanno scoperto sebbene il digital sia il tema principale delle conversazioni del settore da parecchio tempo, la transizione non è ancora completa e le organizzazioni di marketing non hanno ancora il meccanismo dei business digitali.

 Tra le altre evidenze, spicca il grosso gap tra la maturità digitale percepita e quella reale, che sta a significare un suo “utilizzo” ma non una “trasformazione”. L’87% dei chief marketing officer crede che i propri business saranno scossi dai business model digitali, ma solo il 30% di questi pensa di essere pronto a mettere questi modelli in pratica. Il fatto che la maggior parte dei team di marketing sia diviso tra “digital” e “tradizionale” non è certo d’aiuto per la diffusione della mentalità digitale, specialmente per quanto riguarda il mobile. Facebook e Deloitte concordano nel dire che le company dovrebbero concentrarsi sull’attrarre e mantenere i giovani, e per questo ci vuole un maggiore “talento digitale”. I millennials infatti danno una valutazione più negativa delle competenze digitali delle aziende rispetto ai più anziani.

“Le persone hanno già effettuato il passaggio al mobile e i business devono stare al passo. Per questo c’è una pressione crescente sui business leader, che devono essere aggiornati sulle tecnologie emergenti e generare una crescita di business. Con questa alleanza, Facebook e Deloitte Digital aiuteranno le aziende ad accelerare il cambiamento all’interno delle loro organizzazioni. Siamo molto esaltati dalla possibilità di lavorare con Deloitte Digital per aumentare l’esperienza sui processi che stanno dietro al marketing, e combinando queste qualità con la scalabilità e le connessioni tra persone e business che offre Facebook possiamo aiutare i marketer ad effettuare questo passaggio e raggiungere risultati”, commenta Patrick Harris, vice president of global agency development di Facebook, a Social Pro Daily.

“Gli executive di alta fascia sono sotto una grande pressione, devono creare una crescita del business in quest’era digitale ma non hanno le giuste skill per generare un reale valore di business. Per avere successo, i business tradizionali non hanno bisogno solo di sviluppare piattaforme tecnologiche innovative e competenze sul campo degli analytics, devono anche cambiare il modo in cui le risorse pensano, lavorano e collaborano. Questo coinvolge passaggi fondamentali nella cultura organizzativa, ovvero diventare customer-centric, accelerare il cambiamento, diventare più flessibili e consegnare valore rapidamente. Noi, insieme a Facebook, vogliamo aiutare le company a raccogliere le opportunità del digitale”, spiega Alicia Hatch, cmo di Deloitte Digital.

Nessuna risposta a "Facebook e Deloitte Digital si alleano per aiutare le aziende ad adottare i meccanismi dei business digitali"