Aureliano Roio | 13 dicembre 2017
RICERCHE

IAB: il ROI di Unilever e Nestlé è doppio rispetto agli investimenti nei formati display

Capodanno si avvicina, e per i brand è il momento di tirare i conti. Giusto il tempo di capire le performance natalizie dei loro prodotti, e Unilever e Nestlé prenderanno la calcolatrice dando il via alle valutazioni dei loro spending media. IAB UK ha già anticipato alle divisioni britanniche delle due multinazionali una grossa buona notizia: le display ads hanno generato un ROI doppio rispetto all’investimento. In altre parole, IAB ha rivelato che per ogni sterlina spesa in digital display ne tornano 1,94 dalle vendite dei prodotti attraverso supermercati sparsi per le isole britanniche.

 

I risultati dello studio

Lo studio ha tracciato la pubblicità display in programmatic di 9 brand appartenenti alla categoria del largo consumo – tra cui Persil, Magnum, Tropicana, PG Tips e Nescafe – apparsa su siti premium come Guardian, Mail Online, Yahoo e Gumtree. Nonostante non sia specificato il ROI di ogni marchio, la ricerca indica che uno tra questi ha raccolto 3,81 sterline da ogni sterlina investita. Tim Elkington, chief digital officer di IAB, ha notato che la maggior parte delle vendite attribuite al gruppo di marchi studiati sono avvenute in negozio. “Il calibro e il range dei brand coinvolti nel progetto danno ai marketer una rassicurazione sul guadagno restituito dai loro investimenti sul digitale”. L’online, sempre secondo la ricerca, ha avuto un effetto positivo sull’awareness e sulla favourability dei brand agli occhi dei consumatori.

 

Unilever prova l’efficacia del digital adv, P&G la nega

I risultati consegnato da IAB hanno provato l’efficienza di Unilever, che quest’anno ha deciso di ridurre del 30% le ads erogate come parte di un piano di testing sull’utilizzo dell’advertising. Il brand ha confessato che intende anche dimezzare le agenzie con cui collabora. Per adesso sono 3000. P&G, il principale rivale di Unilever, però ha definito “inefficace” il digital advertising, e quest’anno dopo aver ridotto il budget di 100 milioni di dollari ha confessato di non aver subito nessun impatto sul business. Anzi, ha segnato una forte crescita nei primi sei mesi.

Nessuna risposta a "IAB: il ROI di Unilever e Nestlé è doppio rispetto agli investimenti nei formati display"