Anna Maria Ciardullo | 24 luglio 2017
TECNOLOGIA

Amazon Echo Show: la nuova video platform conquista i marketer

Secondo alcune stime, grazie alla sua gamma di device intelligenti nel 2017 il gigante dell’e-commerce si aggiudicherà una fetta del 70% del mercato degli assistenti personali per la casa. Un settore in rapida crescita, nel quale Amazon si trova a competere con giganti del calibro di Google e Samsung. Una fetta sostanziale, ma che sembra non essere sufficiente: per questo motivo, nel mese di maggio 2017, Amazon ha presentato altri due dispositivi della famiglia Echo. Stiamo parlando di Amazon Echo Look e Amazon Echo Show.

Quando il nuovo device di Amazon “Echo Show” è stato ufficialmente lanciato lo scorso 28 giugno (negli Stati Uniti, non si sa se in Italia sia previsto o meno il suo arrivo) marketer e publisher hanno rapidamente annunciato nuove skill di ottimizzazione destinate all’uso del nuovo apparecchio audio/video, mentre Amazon ha stretto partnership con una manciata di brand per aiutarli a fare la stessa cosa.

Il display dell’Echo Show semplifica gli acquisti online attraverso comandi vocali grazie alla possibilità di visualizzare ciò che si vuole ordinare; inoltre può essere utilizzato per vedere foto e video, il testo del brano musicale che si sta ascoltando, le previsioni del tempo e anche le immagini provenienti da telecamere di sorveglianza o “baby monitor”.

Tuttavia, la critica di settore non ha tessuto le lodi del nuovo dispositivo in quanto a capacità video. Nonostante questo, la corsa all’adozione sembra essere iniziata lo stesso e crescono costantemente i brand che cercano di ottimizzare le loro capacità per sfruttare al meglio il nuovo Echo Show.

Il device è piuttosto diverso dai precedenti altoparlanti smart di Amazon, non solo perché possiede uno schermo touch, ma anche per la sua forma simile a quella di vecchi mini televisori a tubo catodico.

Amazon Echo Show è stato progettato soprattutto per consentire agli utenti di effettuare le videochiamate, visualizzare il testo dei brani musicali e riprodurre i video da Amazon Video o YouTube. Sfruttando i comandi vocali è possibile eseguire diverse operazioni con l’aiuto dell’assistente digitale Alexa.

Amazon Echo Show: brand early adopter

Nelle settimane successive al lancio, Campbell e Starbucks hanno sviluppato asset visivi per implementare con le loro capacità Echo. Altre marche, come Kayak, sono in procinto di sviluppare le proprie. Touch-screen e assistente domestico a parte, l’Echo Show è un dispositivo da 7 pollici che consente ai consumatori di controllare ciò che vedono con la voce o il tocco.

Campbell’s è stato uno dei primi marchi a puntare su su Amazon Echo nel 2015 e si conferma un early adopter con Amazon Echo Show. Il brand fornisce al consumatore alcuni suggerimenti su ciò che possono chiedere, ad esempio “ricette per la cena”. Questi potranno, quindi, consultare più di 3.000 ricette diverse con video, immagini e istruzioni. Gli utenti possono anche eseguire ricerche per ingredienti principali, metodo di preparazione e livello di sforzo. Se vogliono tornare a una certa ricetta in seguito, possono inviarla via e-mail a se stessi.

La nuova funzione avanzata di Starbucks per Amazon Echo Show consente ai consumatori di vedere un elenco dei loro ordini passati, in modo da poter chiedere velocemente ad Alexa di riordinare per loro. Gli utenti possono, inoltre, controllare il loro saldo della scheda Starbucks.

Kayak ha lanciato una funzione di prenotazione alberghiera l’11 luglio e sta già programmando un aggiornamento. “Echo show prende l’esperienza vocale e la rende multidimensionale” spiega Greg Hedges, director of strategy di Rain l’agenzia creativa che ha collaborato con Campbell per la nuova funzionalità. “Del resto, la maggior parte delle 15.000 skill di Alexa hanno maggior senso con un display”.

Fin dal lancio, Amazon ha lavorato per ottenere più sviluppatori nel suo team anche con promozioni ad hoc per attirarli. Ad esempio, ha promesso ai primi 5000 sviluppatori che riusciranno a creare una nuova funzionalità entro il mese un Echo Dot e alcuni gadget come calzini e t-shirt in limited edition. Amazon, inoltre, ha aggiunto nuove funzionalità al suo Alexa Skills Kit per aiutare gli sviluppatori a iniziare le sperimentazioni con il dispositivo.

Almeno per il momento, i brand non devono pagare nulla per integrare touchpoint visuali ed esperienze nel nuovo device. Per sviluppare esperienze per l’Echo Show, Amazon fornisce nove modelli che incorporano elenchi, testo, immagini e video e che gli sviluppatori possono compilare. Eliminando il price tag, spiega Hedges, Amazon sta eliminando anche eventuali freni di sperimentazione per i brand spingendoli a creare nuove esperienze per la piattaforma.

Anche vendor terzi stanno lanciando software specifici per aiutare i marchi con questo processo. Brightcove, per esempio, ha annunciato il suo nuovo “Jump Start for Echo Show” l’11 luglio e ha già iniziato a consultare e lavorare con alcune aziende.

 

 

author-avatar

Content Editor

Nessuna risposta a "Amazon Echo Show: la nuova video platform conquista i marketer"