Anna Maria Ciardullo | 19 settembre 2017
TECNOLOGIA

IAB esplora il possibile impatto della tecnologia Blockchain sull’ad tech

Lunedì il Tech Lab di IAB ha lanciato un gruppo di lavoro incaricato di esplorare come la tecnologia blockchain possa portare beneficio all’industria pubblicitaria digitale, come dichiarato in un blogpost dallo stesso Interactive Advertising Bureau.

Richard Bush, Chief Product and tech officer di NYIAX, e Michael Palmer, direttore globale del prodotto di mPlatform, co-presidono il gruppo – che sta cercando membri per unirsi ai sette attuali partecipanti provenienti da GroupM, Kochava, MetaX e NYIAX. Qui l’elenco completo.

Una blockchain (in italiano letteralmente: catena di blocchi) è una base di dati distribuita, introdotta dalla valuta Bitcoin che mantiene in modo continuo una lista crescente di record, i quali fanno riferimento a record precedenti presenti nella lista stessa ed è resistente a manomissioni. La prima e più conosciuta applicazione della tecnologia blockchain è la visione pubblica delle transazioni per i bitcoin, che è stata ispirazione per altre criptovalute e progetti di database distribuiti

Il gruppo di lavoro spera di costruire standard intorno all’uso della blockchain in materia di frode, misurazione, fatturazione, transazioni finanziarie e gestione patrimoniale, tra le altre cose. “Non faremo sicuramente tutte queste cose in una sola volta”, ha commentato Bush. “Stiamo cercando di coinvolgere i soci per aiutarli a stabilire le priorità. Ci sono un sacco di aree da studiare dove la blockchain può essere applicata”.

Il gruppo di lavoro vuole anche capire fino a che punto l’industria degli annunci abbia familiarità con tecnologia e istruire i player dove necessario. Bush ha sottolineato che la blockchain è una tecnologia ben definita. “Vogliamo educare sulla base delle definizioni tecniche, mentre la introduciamo nella pubblicità “, ha continuato. Vogliamo assicurarci di parlare tutti la stessa lingua “.

Quindi, nei prossimi tre mesi, il gruppo di lavoro sarà concentrato sulla costruzione del proprio elenco dei membri e a stabilire le priorità in modo che lo stesso possa concentrarsi su quali aree di pubblicità la blockchain possa effettivamente aiutare.

Il gruppo di lavoro non cerca solo esperti di blockchain. Bush ha detto che spera di reclutare i membri che comprendano a fondo i problemi nel mondo dell’ad tech, come le questioni legate a misurazioni e frode. Bush stesso è curioso di approfondire se professionisti del settore siano o meno interessati a come funziona la tecnologia, o se siano per lo più solo interessati ai risultati possibili. E dal punto di vista tecnico, è anche interessato a scoprire se i problemi di velocità e scalabilità della tecnologia possano essere risolti.

author-avatar

Content Editor

Nessuna risposta a "IAB esplora il possibile impatto della tecnologia Blockchain sull’ad tech"